la nuova piazza dei Cinquecento a Roma (Stazione Termini)

All’inizio del 2021, in piena pandemia, è stato bandito dal gruppo FS insieme al Comune di Roma Capitale un concorso di progettazione per una nuova sistemazione della piazza dei Cinquecento di fronte alla Stazione Termini, a Roma. Vi hanno partecipato una cinquantina di gruppi. In queste pagine viene presentato il progetto redatto da: Giuseppe Barbieri, Umberto Cao, Agostino Cappelli Giovanni Rocco Cellini, Anna Rita Emili, Francesco Hauber, Laura Terrone. La finalità degli interventi nella Piazza dei Cinquecento e relativo ambito urbano può essere sintetizzata nella necessità di connettere il nuovo sistema dei flussi della mobilità alla trasformazione degli attuali spazi … Continua a leggere la nuova piazza dei Cinquecento a Roma (Stazione Termini)

Cosa rimane del populismo?

(*) Questo articolo ripropone alcune questioni già trattate su questo blog, il 19, 01, 2019 con il titolo Elite vs Non-élite Il voltafaccia di Di Maio che diventa garantista; l’astuta campagna elettorale della sindaca di Roma Virginia Raggi che, dopo le scuse per avere combinato poco in quattro anni e mezzo, negli ultimi sei mesi promette grandi cose per il futuro; la sfacciataggine di Salvini che si erge a portabandiera del liberismo riformista; ma anche la rinnovata volontà della sinistra radicale di tornare in una coalizione progressista, mi fanno riflettere sul populismo, anzi sui populismi e sulla loro consistenza effimera … Continua a leggere Cosa rimane del populismo?

Piccole grandi bellezze di Roma

pillole letterarie in video lette da Francesca Gatto sceneggiate e montate da Umberto Cao Promosse e diffuse daTutti x Roma, Roma x Tutti da E in mezzo al fiume da SANDRA PETRIGNANI E in mezzo il fiume Laterza, 2010 vai ai video da JOHANN WOLFGANG GOETHE Viaggio in Italia vai al video da MARCO LODOLI Nuove isole, guida vagabonda di Roma Einaudi, 2014 vai ai video Continua a leggere Piccole grandi bellezze di Roma

L’ “Anello Verde” di Roma arriva tardi

Lo Schema di Assetto dell’Anello Verde, approvato dalla Amministrazione di Roma Capitale nel Luglio 2020, si propone di ripianificare gli interventi di trasformazione urbana nelle aree residuali dell’anello ferroviario e dei territori del Sistema Direzionale Orientale oggi realizzato solo per minimi stralci, al fine di riqualificare, nell’arco temporale di un decennio, il punto di frizione tra periferie e centro storico. I criteri fondamentali sono: minimo consumo di suolo con la pianificazione pubblica delle volumetrie edificabili, priorità al sistema del verde e degli spazi pubblici, realizzazione di infrastrutture per una mobilità imperniata sull’interscambio dei trasporti pubblici e dolci. DESCRIZIONE DELLO SCHEMA … Continua a leggere L’ “Anello Verde” di Roma arriva tardi

MOBILITA’ A ROMA (4)

Parte Quarta Mobilità e trasformazioni urbane Tornando all’incipit di questi quattro capitoli orientativi sul tema della mobilità a Roma, è possibile approfondire, anche con esempi reali, lo stretto legame tra interventi per la mobilità e trasformazioni urbane. Potremmo dire che ogni tema di mobilità è un tema di architettura o ancora, parlando da architetto, che ogni infrastruttura della mobilità è un’opera di architettura. Ci sono esempi di gande qualità nella progettazione di viadotti, ponti, tunnel, strade, svincoli, ecc…, ma questo non significa chiedere “venustas” per ogni opera d’arte stradale in sé, bensì interpretarla come componente di un sistema ambientale che … Continua a leggere MOBILITA’ A ROMA (4)

MOBILITA’ A ROMA (3)

Parte Terza Mobilità su gomma Mezzi pubblici su gomma Anche il trasporto pubblico su gomma esiste a Roma dalla metà dell’Ottocento e si è sviluppato prima come integrazione delle linee tranviarie, poi è stato preferito in quanto mezzo più flessibile alle variazioni di strade e percorsi in una città in rapida espansione (sotto un autobus anni ’30; a destra in alto un filobus anni ’50-60; a destra in basso una autobus a due piani anni ’70). La sua precarietà è un problema ormai endemico per Roma, che rispecchia la grave condizione in cui si trova ed opera ATAC da anni. … Continua a leggere MOBILITA’ A ROMA (3)

MOBILITA’ A ROMA (2)

Parte Seconda Mobilità su ferro Nodi ferroviari Come si sa Roma è dotata di un sistema di circonvallazione ferroviaria che by-passa la città da nord a sud sia nel versante Est che in quello Ovest. Questo sistema ha una lunga storia, iniziata nella seconda metà del XIX secolo quando a Nord furono messe in collegamento le stazioni delle linee che arrivavano dalla direzione Civitavecchia, Viterbo e Firenze con quella proveniente da Napoli attraverso le stazioni San Pietro e Trastevere. Ma nei primi decenni del secolo successivo a Nord-Est una serie di difficoltà geografiche (la presenza di Monte Mario e del … Continua a leggere MOBILITA’ A ROMA (2)

MOBILITA’ A ROMA (1)

Siamo abituati a parlare di viabilità e trasporti, parcheggi e autobus, metropolitane e tram, taxi e car-sharing, biciclette e ora addirittura monopattini. Ma il concetto di mobilità è più complesso. Definisce tutte le condizioni e gli strumenti attraverso i quali l’individuo per realizzare le sue necessità di lavoro, salute e svago e per coltivare i suoi interessi e i suoi affetti, si può muovere nel territorio rispettando l’ambiente. Più è bassa la densità del costruito e più crescono e si moltiplicano i problemi di mobilità e di inquinamento. In linea generale nella città compatta le relazioni sono più semplici e … Continua a leggere MOBILITA’ A ROMA (1)

A proposito della rigenerazione urbana

Il Decreto Semplificazioni entra anche nel merito di un tema che riguarda le trasformazioni urbane. Personalmente sono convinto che le procedure di progettazione, approvazione e appalto di opere edilizie, sia private che pubbliche, debbano essere semplificate per restituire fiato ad una trasformazione e modernizzazione urbana che in Italia è paralizzata da burocrazia, pregiudizi ideologici e veti incrociati. In un primo momento il Decreto, a proposito delle leggi regionali di “Rigenerazione urbana”, liberalizzava gli interventi di demolizione e ricostruzione di edifici esistenti, condizionandoli solo nelle zone definite “A” dai PRG e quindi sottoposte a vincolo come bene storico e ambientale. In … Continua a leggere A proposito della rigenerazione urbana

ROMA sul G.R.A e oltre il G.R.A.

città senz’arte dell’altro ieri, ma domani? La Roma che vogliamo – moderna ed europea – deve allontanare la visione della metropoli distopica che si stava attuando, attorno al GRA e oltre il GRA, nei primi decenni del nuovo millennio. Riguardando il mio archivio ho trovato uno scritto del 2005 (pubblicato dalla rivista Architettura & Città, Di Baio Editore, 2006) che mi è sembrato attuale, anzi, premonitore di quanto è accaduto negli ultimi 15 anni. Lo riporto integralmente, ma cambiando il titolo, perchè parla della metropoli dell’altro ieri, prefigurando quella, temibile, di domani Camillo Sitte con il suo celebre L’Arte di … Continua a leggere ROMA sul G.R.A e oltre il G.R.A.