Cinema: fine 2015, visti o da vedere

Truth_2015_poster

Truth (Il Prezzo della Verità). Un film di James Vanderbilt, con John Benjamin Hickey, Cate Blanchett e Robert Redford. E’ stato presentato ad ottobre in anteprima alla Festa del Cinema di Roma. Ambientato nel 2004, racconta di Dan Rather e Mary Mapes che con un manipolo di giornalisti cercano le prove per smascherare l’opportunismo e la codardia di George W. Bush candidato al secondo mandato presidenziale. Il pensiero torna ai 3 Giorni del Condor di Pollack, ma Truth si concentra su Mary e sul dramma di giornalisti affermati che lottano per cercare una verità difficile. Il film rientra nella tradizione dei film americani sull’etica civile che si scontra con il potere politico ed economico. Truth è diretto e recitato bene e appassiona. Da vedere quando uscirà  nel prossimo Marzo

 

 51034

Il Ponte delle Spie. Un film di Steven Spielberg, con Tom Hanks, Mark Rylance, Amy Ryan, Sebastian Kochce e Alan Alda. Spielberg è sempre Spielberg e ti colpisce anche quando celebra la mitologia dell’”eroe americano”. In questo caso l’eroe è un avvocato che, in piena guerra fredda, proprio nei giorni della costruzione del “muro”, si trova coinvolto in una difficilissima trattativa per scambiare una spia russa con due prigionieri americani, un pilota e uno studente. Le nebbie, i controluce e le visioni di una Berlino triste ci accompagnano e ci emozionano sino alla fine.

 

irrational_man

Irrational Man. Un film di Woody Allen, con Jamie Blackley e Joaquin Phoenix. Il prolifico regista americano torna ai film sospesi tra commedia e delitto, come in Match Point, ma con minore intensità e fantasia. Come sempre i personaggi dei suoi film sono la trasposizione esasperata delle proprie ansie e nevrosi. Oggi preferiamo questo Allen a quello compiacente e un po’ zuccheroso delle commedie urbane ambientate nelle grandi città del mondo.

 

a-perfect-day_jpg_1003x0_crop_q85

Perfect Day. Un film di Ferrnando Leòn de Aranoa, con Benicio Del Toro, Tim Robbins e Olga Kurylenko Il film racconta la storia ordinaria di un piccolo gruppo di operatori umanitari che lottano per risolvere problemi che diventano quasi insuperabili in zona di guerra. Una guerra raccontata senza neppure uno sparo. Drammatico, commovente e divertente, attori ottimi, il cinema spagnolo va alla grande!

 

mustang locandina

Mustang. Un film di produzione francese della regista di origine turca Deniz Gamze Ergüven. E’ stato presentato alla Quinzaine del Festival di Cannes 2015 e ha vinto il premio Label Europa Cinemas. Scritto, realizzato e interpretato quasi solo da donne, fa riflettere sulla repressione sessuale delle ragazze da parte di una cultura familiare arretrata e sessuofoba. Apparentemente leggero, il film tocca corde oggi molto delicate sulla condizione della donna nei paesi islamici.

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Informazioni su umbertocao

Architetto romano per molti anni impegnato a progettare e costruire, quindi professore universitario di Progettazione Architettonica a Roma, Catania ed Ascoli Piceno dove è stato anche Preside per molti anni. Oltre alla architettura, si interessa di cinema, pratica la fotografia e i video, riflette sull'attualità culturale e politica.
Questa voce è stata pubblicata in CINEMA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...